Colagiorgio (ANIE Automazione): un confronto aperto sulla Visione

Colagiorgio (Anie Automazione): un confronto aperto sulla Visione

Un confronto fra gli attori della filiera dei Sistemi di Visione un concentrato di formazione, informazione e network, dove l’incontro e dialogo degli operatori con il mercato e la possibilità di fare emergere nuovi spunti tecnologici e di business rappresentano senza dubbio le opportunità più interessanti.

Sono questi i punti fermi dell’ Italian Machine Vision Forum che si terrà a Padova il 18 novembre prossimo. Ne abbiamo parlato con Daniela Colagiorgio, ANIE Automazione.

Colagiorgio (Anie Automazione): un confronto aperto sulla Visione
Daniela Colagiorgio ANIE Automazione

Cosa rappresenta per voi l’evento Italian Machine Vision Forum?

L’evento rientra nell’ambito del filone di attività di ANIE Automazione dedicate alla promozione delle tecnologie rappresentate e delle loro opportunità di impiego nell’ambito dell’industria e dei servizi. L’Associazione e i principali fornitori di soluzioni per la Visione Artificiale collaborano da anni in modo sinergico alla realizzazione di iniziative di divulgazione tecnologica sul mercato nazionale. In tale ottica nasce Italian Machine Vision Forum – Visione Artificiale per un’industria sostenibile e competitiva, organizzato in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, che fa il suo debutto a Padova.
Il format è quello della mostra-convegno: le sessioni convegnistiche vedono l’alternarsi degli interventi di produttori, integratori e distributori di tecnologie per la Visione Artificiale; mentre nell’area espositiva è possibile approfondire con i professionisti del settore gli aspetti tecnologici e applicativi trattati nelle conferenze.

Quali sono, per voi, le opportunità che si possono cogliere dai sistemi di visione?

La Visione Artificiale, sebbene sia un settore maturo nell’industria e nei servizi, presenta ampi margini di sviluppo soprattutto nell’ambito dell’industria green e digitale, grazie ai trend tecnologici legati all’Advanced Manufacturing e all’Intelligenza Artificiale.
La produzione a zero difetti, la riduzione delle dimensioni dei componenti e il ricorso a metodologie produttive sempre più automatizzate, efficienti e flessibili trainano la diffusione della Machine Vision nelle realtà industriali italiane. Al tempo stesso nascono nuovi approcci, nuove metodologie e soluzioni tecnologiche innovative e si aprono notevoli spazi di miglioramento delle prestazioni mentre nuove applicazioni diventano possibili.
L’elaborazione e il riconoscimento di immagini, oggetti e persone è reso possibile dalla combinazione di sistemi hardware e software per la visione industriale, e i benefici che queste tecnologie apportano all’ambito industriale sono sempre più apprezzati e ricercati. L’oggettività dei controlli qualitativi, l’aumento dell’efficienza in produzione, la riduzione dei costi di lavoro, il costante tracciamento dei processi, sono solo alcuni dei vantaggi d’impiego nell’automazione dei processi industriali.

Sistemi di visione e contesto industriale: quali aspettative da questo incontro e quali obiettivi si possono raggiungere?

Si tratta di un’occasione unica in Italia di confronto tra gli attori della filiera della Visione Artificiale. Un evento in cui i principali fornitori di componenti e sistemi incontrano i costruttori di macchine e gli utilizzatori finali per presentare le più innovative soluzioni tecnologiche disponibili sul mercato e gli sviluppi tecnologici futuri che interesseranno l’industria e i servizi. In poche parole, un concentrato di formazione, informazione e network, dove l’incontro e dialogo degli operatori con il mercato e la possibilità di fare emergere nuovi spunti tecnologici e di business rappresentano senza dubbio le opportunità più interessanti.

A proposito di Stefano Belviolandi