Zucchetti al servizio delle imprese per una transizione digitale efficiente e sostenibile

Nonostante le difficoltà riscontrate nell’ultimo periodo a causa della scarsità di materie prime e dell’aumento dei costi energetici, le ultime rilevazioni Istat descrivono l’industria manifatturiera italiana come un comparto in fiducia per la ripresa in termini di produttività e fatturato. Ovviamente un elemento determinante per il successo delle imprese è rappresentato dagli investimenti in innovazione, ai quali è stata destinata anche gran parte del PNRR proprio per agevolare la transizione digitale non solo delle grandi aziende, ma anche delle PMI, che come noto rappresentano il tessuto imprenditoriale prevalente nel nostro Paese.

In questo contesto i saloni MecSpe della meccanica specializzata, in programma dal 9 all’11 giugno 2022 a BolognaFiere, diventano un fondamentale momento d’incontro tra domanda e offerta, tanto che Zucchetti, oltre che con la sua gamma di soluzioni ERP, per la dematerializzazione, per l’asset management, per l’HR e la sicurezza sul lavoro, è presente con tutte le “anime” del Gruppo specializzate nel campo del manufacturing: Cybertec con il software CyberPlan per la pianificazione della produzione, i40Saas con la soluzione di workforce management AWMS, Open Data con il sistema di manufacturing execution system denominato Opera Mes.

«Uno dei principali vantaggi delle aziende che utilizzano CyberPlan – ha dichiarato Alice Kirchner, direttore commerciale di Cybertecè quello di sfruttare le logiche simulative e predittive del software per pianificare al meglio la produzione demandando agli algoritmi di calcolo le operazioni più complesse per velocizzare e ottimizzare i processi di schedulazione delle attività. La grande flessibilità della nostra soluzione è dimostrata dalla varietà del nostro parco clienti, che comprende imprese di ogni comparto, dall’arredamento alla chimica e cosmetica, dalla produzione di elettrodomestici alla lavorazione del marmo, alle apparecchiature medicali».

«In Italia siamo diventati in breve tempo i leader in ambito “workforce management” – ha spiegato Carlo Pasqualetto, CEO di i40Saas (AWMS) – cioè un insieme di processi che hanno lo scopo di aumentare la produttività aziendale e al contempo di incentivare il benessere dei dipendenti. L’IA (Intelligenza Artificiale) applicata alla pianificazione dei turni grazie alla nostra soluzione AWMS ha questa duplice valenza, perché da un lato assicura all’azienda la miglior risorsa disponibile in quel momento per la specifica attività, dall’altro ripartisce in modo equo e bilanciato i carichi di lavoro analizzando le informazioni disponibili per garantire il corretto equilibrio tra performance e benessere psicofisico del lavoratore. Anche nel nostro caso sono di estremo aiuto modelli predittivi capaci di supportare il responsabile della produzione in situazioni di emergenza, come sostituzioni improvvise da effettuare, rimodulazione dei turni e molte altre variabili».

«Opera Mes è una soluzione pensata per la “Fabbrica 4.0” – ha aggiunto Gerardo Fabrizio, presidente e CEO di Open Datain quanto promuove l’interconnessione digitale tra macchinari, persone e processi produttivi, favorendo così l’acquisto dei macchinari stessi con il credito d’imposta. Il fatto di essere sviluppata in tecnologia web consente, inoltre, l’accesso ai dati di produzione da qualunque dispositivo, palmari, smartphone, tablet e PC, garantendo massima flessibilità all’operatore nello svolgimento delle sue funzioni. Opera Mes fornisce anche una serie di indicatori fondamentali per il governo della fabbrica analizzando efficienza, utilizzo e qualità dei sistemi produttivi, con KPI (Key Performance Indicator) di dettaglio sulle prestazioni delle singole macchine».

Per scoprire l’intera offerta Zucchetti, i visitatori dei saloni MecSpe possono visitare e incontrare i delegati aziendali al Pad. 21 – Stand A38.

Redazione

A proposito di Redazione

La redazione di The Next Factory