Fanuc: La formazione non è mai abbastanza

Fanuc Italia: La formazione non è mai abbastanza

Quali sono le modalità più efficaci nel trasmettere competenze tecnologiche? Come formare clienti e collaboratori? La divulgazione è anche un modo di fare business? Rispondono le principali aziende del settore.

di Edoardo Oldrati

Il manifatturiero italiano si confronta da anni ormai con il tema della formazione, lamentando la difficoltà nel riuscire a trovare personale con le skill richieste. Questo tema è stato reso anche più importante dalle sfide dell’Industria 4.0, le cui opportunità richiedono per essere sfruttate a pieno competenze digitali fino a oggi tralasciate da molte imprese.

Per capire a che punto siamo e quali opzioni sono oggi possibili, abbiamo voluto coinvolgere 16 importanti aziende del settore chiedendo loro di presentare i progetti, gli obiettivi e le modalità con cui, internamente ed esternamente, fanno formazione.

«Quello della formazione è un argomento complesso e sempre di tendenza, perché non è mai abbastanza», afferma Claudio Quaglietta, Customer Service Sales Leader Fanuc Italia. «Dopo anni in cui l’industria si è concentrata sullo sviluppo e l’implementazione di nuove tecnologie nel manifatturiero, si è compreso che è altrettanto importante preparare le persone a saperle utilizzare al meglio. Per Fanuc quello della formazione è un tema di importanza nevralgica. Da sempre sosteniamo che ci sia l’uomo al centro del 4.0, non la tecnologia fine a sé stessa, quindi abbiamo disposto un piano di formazione per le competenze richieste dalle nostre linee di prodotto (CNC, robot, robomacchine) strutturato in una Academy. Grazie ai nuovi spazi all’avanguardia della nuova sede di Lainate, la Fanuc Academy ha a disposizione 800 mq per la formazione, 6 aule corsi, celle training robotizzate e simulatori CNC, un parco macchine utensili Fanuc per prove pratiche. I corsi certificati si svolgono lungo tutto l’anno e sono tenuti da tecnici altamente qualificati; i piccoli gruppi di apprendimento ci consentono di dedicare la giusta attenzione a tutti i partecipanti, con risultati efficaci. Per stimolare la frequenza, abbiamo inserito in alcuni pacchetti di assistenza delle agevolazioni per chi sceglie di approfondire un determinato argomento. Inoltre, analoga attenzione rivolgiamo anche al mondo della scuola. Per come si sta muovendo l’industria oggi, sicuramente molto interesse riscuotono le nuove opportunità di intelligenza artificiale e IoT, con funzionalità specifiche del CN su compensazione, smart machining, controllo di assi e motori, ma anche analisi dei dati con finalità di manutenzione predittiva e incremento dell’efficienza produttiva di macchine e impianti».