Occhio attento al rifornimento

RS Italia: ecco come risolvo le mancanze di materiale in officina

Si è tenuta l’8 giugno scorso, presso il Museo Storico Alfa Romeo di Arese (MI), la giornata che riafferma l’impegno di RS Italia a porsi come partner affidabile per aziende clienti e fornitori e come trait d’union tra gli stessi, offrendo soluzioni e servizi a valore aggiunto per rispondere a specifiche necessità e risolvere problemi concreti.

I partecipanti hanno anche potuto vedere in anteprima le soluzioni RS dedicate all’inventory management. Tra le novità assolute di questo momento clou per i migliori brand del B2B industriale sono stati presentati il servizio kanban RS ScanStock e la soluzione vending machine RS VendStock.

RS Italia: ecco come risolvo le mancanze di materiale in officina
Marco Beltramo, Sales Director di RS Italia

«Andiamo a catturare e rispondere a quella fetta di problematiche che riscontriamo dai clienti e sulla quale si devono confrontare per la gestione degli articoli ad alta rotazione ma a bassissimo valore e sui quali l’attenzione per il riordino, purtroppo, non può essere la stessa che si dà alla mancanza di una materia prima indispensabile per l’evoluzione della produzione, ma resta comunque importante averli disponibili in tempo reale, da un punto di vista di stock, sul sito produttivo», afferma Marco Beltramo, Sales Director di RS Italia.

Il servizio di kanban RS ScanStock

Si sta parlando del servizio di kanban RS ScanStock. Si tratta di entrare negli edifici del cliente, trovare l’area corretta e installare uno scaffale o un armadio, a seconda di quelli che sono i prodotti (nastro adesivo, viti, guanti, bombolette spray per fare il frenafiletti) che devono essere stoccati in cassettini identificati da un codice RS.

«Scendiamo in campo per realizzare all’interno del sito produttivo del cliente un’area di stoccaggio RS, mettendo a disposizione la nostra competenza per studiare le aree più congeniali al posizionamento degli scaffali. Realizzato tutto ciò, un nostro operatore, in modo periodico e calendarizzato secondo quelli che sono i criteri di utilizzo e di consumo del cliente, si reca sul sito, fa l’analisi visiva degli stati di stock e automaticamente con un applicativo riordina in modo tale che il prodotto in esaurimento arrivi direttamente al cliente e successivamente venga fatto il refill nei cassettini appositi».

Beltramo ricorda che i clienti interessati a questo servizio sono quelli che prevedono l’utilizzo ripetitivo di alcuni prodotti, quindi l’ambito manifatturiero nel settore meccanico: dalle riparazioni continuative alle manutenzioni programmate.

RS Italia: ecco come risolvo le mancanze di materiale in officina
Esempio di scaffalatura dedicata al servizio di kanban RS ScanStock

La vending machine targata RS Italia

La seconda soluzione, fiore all’occhiello di RS, è la vending machine che copre un’esigenza più ampia rispetto a quella che dà ScanStock. In questa soluzione sono inseriti, normalmente, prodotti di maggiore valore rispetto a quelli dello ScanStock.

«Anche in questo caso si tratta di armadietti ma con uno sportello che si apre quando l’utilizzatore, attraverso un badge Rfid, sceglie il prodotto, identificato attraverso un codice alfanumerico e lo preleva direttamente dal distributore».

L’utilità della vending machine è permettere al cliente di avere sempre sotto controllo l’andamento dei prodotti prelevati. Si tratta di verificare che non ci siano sprechi dato che, in questo caso, si parla di prodotti a valore medio-alto come elmetti, guanti o mascherine speciali o prodotti chimici di alto valore, cacciaviti e trapani, chiavi dinamometriche.

RS Italia: ecco come risolvo le mancanze di materiale in officina
La soluzione vending machine RS VendStock

«In questo caso, la vending machine è direttamente in collegamento con RS che riceve l’ordine di riapprovvigionamento e una copia dell’ordine viene riposta direttamente nel gestionale del cliente. L’operatore RS, automaticamente, riceve l’ordine, invia la merce per il refill e si occupa del refill on site del distributore. Per tenere sotto controllo e gestire questa attività RS ha dovuto identificare una struttura interna completamente nuova. È una funzione dedicata all’implementazione delle nostre soluzioni VAS».

A livello di clientela interessata, Beltramo specifica: «Si spazia molto di più per la nostra esperienza perché si va dai grandi end user in cui il tema del controllo e del monitoraggio dei consumi di alcuni articoli è fondamentale data la mole di forza lavoro che gravita, alle realtà con 30 o 50 dipendenti in cui vengono realizzate lavorazioni continuative, anche rischiose, come un cantiere navale in cui tutti i giorni un consumo di mascherine speciali eccessivo può fare la differenza».

Avatar

A proposito di Stefano Belviolandi