Area42: a Torino il centro di sviluppo Reply per robotica

Reply ha inaugurato Area42, il nuovo centro di ricerca applicata focalizzato sullo sviluppo delle tecnologie più innovative. Sono infatti Autonomous Warehouse, Last Mile Delivery, Robotica, Connected Products, Blockchain e Metaverso gli ambiti che animano i corner Lab di Area42 e su cui gli esperti dell’azienda sono quotidianamente al lavoro per trasformare idee in prototipi innovativi, sfruttando il potenziale delle tecnologie, ed applicarli a use case reali in ambito industriale.

I laboratori di Area42 sono l’elemento distintivo della nuova sede torinese di Reply che si estende su una superficie di 20.000 mq completamente ristrutturati e ottimizzati in linea con i nuovi modelli di lavoro del Gruppo, più aperti e collaborativi. Nei nuovi spazi, l’azienda ospiterà i propri clienti per sperimentare e incubare nuovi concept e testare le ultime tecnologie per abilitare prodotti e servizi digitali da adattare al loro contesto di innovazione.

I 6 laboratori si focalizzano sui temi che rappresentano le frontiere dell’innovazione per il mondo industriale:

–  Autonomous Warehouse, dove si studiano e sviluppano soluzioni per la gestione autonoma delle attività di magazzino, grazie all’utilizzo di droni e veicoli autonomi in grado d’interfacciarsi con innovative piattaforme di gestione del magazzino come LEA Reply;

–  Last Mile Delivery, il laboratorio dedicato allo sviluppo di soluzioni per integrare e gestire la mobilità di veicoli e robot a guida autonoma all’interno di spazi predefiniti (ad esempio. campus, ospedali, fabbriche…) e in grado di interagire con l’ambiente circostante;

–  Robotics, il laboratorio che combina le tecnologie di IA (Intelligenza Artificiale) con la robotica per sperimentare l’agilità dei robot autonomi e scenari d’uso di interazione tra essi e ambienti di vaste dimensioni che necessitano di attività di manutenzione e controllo ripetitive;

–  Connected Products, lo spazio dedicato al design e allo sviluppo di prodotti e servizi connessi dalla prototipazione dei dispositivi, fino alla realizzazione degli applicativi di front-end, grazie anche al supporto di acceleratori IoT (Internet of Things);

–  Blockchain, nel quadro di una sempre maggior evoluzione dei concetti di smart city e mobilità condivisa, questo laboratorio sperimenta l’applicazione delle tecnologie blockchain per abilitare scenari reali basati sull’Identità Digitale dei Veicoli;

–  Metaverse, il laboratorio si concentra sull’applicazione e l’integrazione di soluzioni di Mixed Reality per creare applicazioni immersive, ambienti virtuali in cui è possibile entrare e muoversi e dove convivono oggetti virtuali e oggetti fisici, aprendo le porte ai mondi del Metaverso.

«I laboratori di Area42 – ha affermato Filippo Rizzante, CTO di Reply – rappresentano un unicum nel panorama moderno: qui diamo vita a nuovi concept e applichiamo le ultime tecnologie per fornire soluzioni in grado di creare valore per il business e la società. Sperimentiamo e rendiamo reali idee innovative che hanno un impatto strategico e generano un vantaggio competitivo per i nostri clienti. Oggi ci focalizziamo su sei tematiche di grande attualità, ma l’evoluzione tecnologica ci porterà sempre oltre, nel rispetto di ciò che da sempre facciamo in Reply: preparare e rendere concreto il futuro».

Area42 si aggiunge ai laboratori di Reply in Europa: il Test Automation Center (dedicato all’automated monitoring & testing della qualità di prodotti e servizi business critical) e l’IoT Validation Lab (dedicato alla validazione di soluzioni interconnesse), anch’essi presenti nella nuova sede del Lingotto per creare un vero e proprio polo di laboratori applicati all’industria, Area360 (il centro per la realtà aumentata e virtuale a supporto del business, con sede a Milano), l’Immersive Experience Lab di Monaco (dove si sperimentano esperienze immersive di nuova generazione), il Cyber Security Lab a Colonia (dedicato allo studio e al test delle minacce cyber) e quelli in prossima apertura a Londra dedicati alla robotica, edge computing e tecnologie sensoriali.

«La nascita di Area42 – ha proseguito Tatiana Rizzante, CEO di Reply – si inserisce in un progetto più ampio di eccellenza in termini di riqualificazione immobiliare che abbiamo avviato qui a Torino. Pur nel rispetto dei vincoli imposti dalla Soprintendenza dei Beni Architettonici per quello che è considerato un simbolo dell’architettura moderna, abbiamo voluto spazi armonici e stimolanti per lavorare, confrontarsi e fare ricerca. L’interconnessione degli spazi destinati a funzioni diverse – dal lavoro singolo a quello di team, dalla condivisione di progetti a quella di momenti di svago, dai lounge fino ai laboratori – crea uno spazio fluido e aperto. I nostri ragazzi, ma anche i clienti e i partner possono vivere un’esperienza immersiva e sperimentare l’innovazione tecnologica».

La Palazzina Lingotto che ospita Area42 in via Nizza 250 a Torino, di recente acquisita dal Gruppo, è stata oggetto di un importante progetto di ristrutturazione che, assieme a quello della Caserma de Sonnaz ancora in corso, permette di raccontare e far rivivere in chiave contemporanea due edifici iconici per la città di Torino. Motore dei progetti sono i concetti di innovazione, collaborazione, benessere, per dare spazio ai suoi principali protagonisti: le persone e la ricerca. La Palazzina, completamente rinnovata, offre spazi aperti e nuovi percorsi che facilitano le relazioni e che si anima con i linguaggi e i codici più attuali. Le persone di Reply si trovano a vivere un ampio spazio multifunzionale con aree off limits a cellulari e riunioni, per favorire la concentrazione, e spazi comuni, dedicati a brainstorming, ma anche a sport, ristorazione e tempo libero, per una maggiore condivisione delle idee e socializzazione sul luogo di lavoro: un ecosistema attivo e in continua evoluzione.

Redazione

A proposito di Redazione

La redazione di The Next Factory