Schaeffler pubblica il Report di Sostenibilità 2020

Miglioramento sostanziale del rating climatico CDP da D ad A–, significativamente intensificate le misure per aumentare l’efficienza energetica e delle risorse, produzione a zero emissioni di carbonio nel Gruppo entro il 2030: Schaeffler è uno dei 50 Sustainability and Climate Leaders delle Nazioni Unite.

Il gruppo Schaeffler continua ad ampliare il suo impegno nel campo della protezione del clima – e con successo: l’azienda è stata di nuovo in grado di migliorare le sue prestazioni in importanti valutazioni di sostenibilità nel 2020. «Siamo orgogliosi di aver migliorato il nostro rating climatico CDP da D ad A– in soli due anni», ha dichiarato Corinna Schittenhelm, membro del Consiglio di Amministrazione di Schaeffler AG e Responsabile delle Risorse Umane e della Sostenibilità. «Siamo stati in grado di raggiungere questo obiettivo un anno prima del previsto». Inoltre, il Gruppo è stato selezionato come uno dei 50 Sustainability and Climate Leaders a livello mondiale nel 75° anniversario delle Nazioni Unite.

Produzione a zero emissioni di carbonio entro il 2030

Come parte della sua strategia di sostenibilità, Schaeffler allinea coerentemente i suoi processi produttivi verso l’efficienza delle risorse, la compatibilità ambientale e la conservazione delle risorse. Dal 2020, il 100% dell’elettricità acquistata in tutti i siti produttivi tedeschi proviene da fonti rinnovabili. «Schaeffler produrrà a zero emissioni di carbonio in tutti i suoi siti produttivi nel mondo entro il 2030 – ha spiegato Klaus Rosenfeld, CEO di Schaeffler AG – dando così un importante contributo ad una maggiore protezione del clima». Entro il 2030, l’azienda ridurrà anche il suo consumo annuale di acqua dolce del 20%.

Inoltre, la responsabilità sociale è di grande importanza per l’azienda. «I nostri collaboratori sono il pilastro essenziale per garantire il successo del Gruppo. Pertanto, il miglioramento continuo della salute e della sicurezza sul lavoro è di massima priorità per noi», aggiunge Schittenhelm. L’obiettivo è quello di ridurre il tasso di infortuni di una media annuale del 10% entro il 2024. L’obiettivo di riduzione annuale è stato raggiunto attraverso misure specifiche per la quarta volta consecutiva nel 2020.

Soluzioni sostenibili per il futuro

«La sostenibilità, con tutti i suoi aspetti e le sue sfide, sta diventando un compito di gestione fondamentale per i prossimi anni», ha affermato Rosenfeld. «Quando creiamo un valore aggiunto sostenibile, non ci concentriamo solo sui nostri processi e sulle catene di fornitura, ma anche sui nostri prodotti – per esempio, nel campo della mobilità elettrica o dell’energia eolica». Il Gruppo vede un grande potenziale soprattutto in relazione alla generazione e all’utilizzo dell’idrogeno. L’azienda sta sviluppando componenti chiave innovativi in questo campo.

La sostenibilità gioca anche un ruolo chiave nell’ulteriore sviluppo della strategia aziendale per il fornitore globale nei settori automotive e industrial. È una componente fondamentale della Roadmap 2025 con cui l’azienda vuole diventare più orientata al futuro. «Con la nostra Roadmap 2025, non abbiamo solo definito il nostro orientamento strategico e il programma di esecuzione, ma anche gli obiettivi a medio termine che vogliamo raggiungere», ha aggiunto Rosenfeld. «In particolare, questo include i nostri obiettivi di sostenibilità, che abbiamo integrato l’anno scorso nella remunerazione dei nostri manager».

Il Report di Sostenibilità del Gruppo fornisce informazioni dettagliate sui punti focali definiti dall’azienda nel 2020 e su come Schaeffler si è sviluppato rispetto a importanti indicatori e obiettivi. Il Report è disponibile in forma digitale e può essere consultato sul microsito dell’azienda a questo link.