ERP – IoT, l’integrazione di successo

ERP - IoT, l’integrazione di successo

L’integrazione di ERP con l’IoT inserisce automaticamente informazioni nei sistemi di pianificazione in modo che tutte le parti coinvolte nella catena di approvvigionamento possano rimanere informate e agire di conseguenza.

di Prof. Giambattista Gruosso *
* Dipartimento di Elettronica e Informazione del Politecnico di Milano

 

I sistemi di pianificazione delle risorse aziendali o ERP (Enterprise Resource Planning) hanno rappresentato, fin dalla loro introduzione in azienda, uno strumento molto potente per le decisioni e la formalizzazione dei processi aziendali, offrendo ai decisori uno strumento di analisi e di interpretazione dei dati molto evoluto. Ma fin da subito sono stati chiari i loro limiti: i dati a disposizione si limitavano ai soli dati gestiti all’interno delle quattro mura di un’azienda e le sorgenti dei dati stessi erano limitate a terminali dove gli operatori inserivano le informazioni che venivano generate anche con ritardi di qualche giorno. L’avvento dell’IoT (Internet of Things), tuttavia, ha avuto un impatto sulle applicazioni aziendali cambiando, o meglio migliorando radicalmente, le applicazioni ERP. Gli approcci alla gestione dei dati aziendali sono stati letteralmente trasformati.

I dati possono essere raccolti in tempo reale da tutti i tipi di sorgente, sia interna che esterna all’azienda, e integrati. Dove per tipo di sorgente non ci si riferisce più all’operatore ma al macchinario stesso, fino ad arrivare al prodotto nelle mani del consumatore. Così come è possibile generare dati è anche possibile fare operazioni sui dati (ordinare, produrre e così via) da qualunque postazione o dispositivo. Ma non è solo questione di dati! Il punto principale sono le piattaforme intorno a cui ruotano i sistemi IoT, che permettono di delocalizzare e accedere alle informazioni da nodi e dispositivi diversi, per cui è possibile accedere alle informazioni processate all’ERP anche al di fuori della propria rete. Ma non sono forse queste piattaforme ERP esse stesse?

Le nuove opportunità SaaS e cloud computing

Il panorama dei sistemi di pianificazione aziendale oggi è infatti estremamente complesso e contraddittorio grazie anche alle rapide evoluzioni della tecnologia. Se pensiamo a un’implementazione tradizionale su piccola scala richiede spesso almeno tre mesi per essere completata, mentre un progetto su larga scala potrebbe richiedere più di due anni. Di contro le piattaforme IoT basate su strumenti di Cloud Computing e su soluzioni SaaS (Software as a Service) sono dei concorrenti spietati delle soluzioni ERP classiche. I sistemi SaaS consentono, infatti, prezzi mensili basati sulla condivisione di CPU, storage e capacità di calcolo. Ma hanno il limite che se pur utilizzabili come sistemi di pianificazioni, queste non godono di tutte le funzionalità e le proprietà dei sistemi ERP. Piattaforme IoT ed ERP devono quindi trovare un compromesso per la loro coesistenza. Da un lato la mancanza di fiducia verso l’integrità dei dati, la cybersecurity e la troppo veloce evoluzione creano nelle aziende diffidenza a usare pure piattaforme IoT, dall’altro la difficoltà di scalabilità e la rigidezza dei sistemi rispetto alla variazione veloce dei modelli organizzativi rendono gli ERP troppo ingessati.

Quali sono allora i punti di forza delle due tecnologie che, se integrati, possono dare uno slancio importante alla gestione dei dati di produzione? Per prima cosa avere accesso a dati di qualità e in tempo reale aiuta le organizzazioni a prendere decisioni aziendali migliori. E i dispositivi IoT assolvono in modo egregio questa funzione, generando moli di dati enormi. È quindi altrettanto importante analizzare queste informazioni e utilizzarle in modo efficace usando tecnologie specializzate, proprie del mondo ERP.

L’integrazione delle due tecnologie aiuta quindi a raccogliere queste informazioni in un punto centralizzato per l’analisi e l’utilizzo ottimale. Questa integrazione offre la potenzialità di potere apportare rapidi cambiamenti ai modelli di business in continua evoluzione con le richieste del mercato lavorando su dati molto più realistici e aggiornati, soprattutto se si pensa alla possibilità di raccogliere dati direttamente dal prodotto e quindi dai propri clienti. L’integrazione di ERP con i dati IoT aiuta quindi le organizzazioni a ottenere immediatamente informazioni di business fondamentali. Queste informazioni ricavabili dai dati IoT hanno il potenziale per trasformare i processi aziendali da un approccio reattivo a un approccio proattivo. Si può infatti pensare di integrare i sistemi ERP con algoritmi di intelligenza artificiale e Machine Learning tipici del mondo IoT in modo da generare delle previsioni sul futuro e non solo analisi sul passato. E qui si apre un mondo di applicazioni e di potenzialità.

Il valore dell’integrazione

L’IoT può fornire, per esempio, informazioni in tempo reale monitorando risorse, materiali o attrezzature di alto valore (il loro funzionamento, la loro posizione, il loro modo di uso). L’integrazione di ERP con l’IoT inserisce automaticamente queste informazioni nei sistemi di pianificazione, in modo che tutte le parti coinvolte nella catena di approvvigionamento possano rimanere informate e agire di conseguenza. Le soluzioni IoT possono poi anche avvisare gli operatori interessati inviando notifiche quando le risorse necessitano di attenzione (riparazioni/guasti) o quando sono vulnerabili a furti o danni. Inoltre, l’efficienza delle operazioni può essere migliorata poiché molte attività manuali possono essere automatizzate: per esempio, non sarà necessario alcuno operatore per scansionare un codice a barre e inserire i dati manualmente nel sistema ERP. Con l’IoT, tutte le attività come il riordino, il riassortimento, gli aggiornamenti dell’inventario e le consegne perse possono essere tutte monitorate e aggiornate automaticamente nel sistema ERP in tempo reale con sensori integrati in macchine e parti.

La prossima sfida

Infine, l’aspetto più sfidante: la previsione degli acquisti dei consumatori e l’utilizzo di un prodotto è un processo complesso e crea enormi problemi quando le aziende sbagliano le loro stime. È più facile prendere decisioni migliori sulla catena di approvvigionamento analizzando enormi quantità di dati IoT. L’integrazione di ERP con l’IoT stabilisce un collegamento diretto tra produzione e consumo consentendo alle aziende di acquisire dati in tempo reale, direttamente dai consumatori e inviandoli ai loro sistemi ERP. Si possono acquisire informazioni su quando vengono utilizzati i prodotti, i dati demografici dei consumatori e la frequenza di utilizzo: tutto ciò rende le previsioni e la pianificazione più semplici ed efficaci. Insomma, ERP e IoT rappresentano la mente e il braccio di un processo di trasformazione digitale delle aziende con l’obiettivo di migliorarne l’efficacia e l’efficienza.