RS Components Italia supporta OpenBreath

RS Components Italia supporta il progetto OpenBreath

Siglata una sponsorship tecnica a sostegno della realizzazione di un dispositivo per la respirazione assistita.

RS Components Italia ha siglato una sponsorship tecnica a sostegno di OpenBreath, un progetto “mady in Italy” teso alla realizzazione di un ventilatore polmonare per la respirazione assistita.

Il supporto al settore della Ricerca è al centro delle mission di RS Components Italia, che collabora da tempo con mondo accademico, istituti di ricerca e realtà innovative per sostenere progetti dall’elevato valore tecnologico che possano avere un impatto positivo sulle aziende e sulle persone. Negli ultimi mesi, RS Components è stata attivamente coinvolta in iniziative tese a fronteggiare l’emergenza sanitaria derivante dalla pandemia, ora mettendo a disposizione dispositivi di protezione individuale, ora fornendo dotazione industriale a supporto di progetti di ricerca e sviluppo, come nel caso di OpenBreath.

Nato lo scorso marzo 2020 da un gruppo di giovani professionisti attivi nel settore dell’automazione meccanica, il progetto OpenBreath è finalizzato alla progettazione e realizzazione di un ventilatore polmonare per la respirazione assistita. Il dispositivo, realizzabile in parte con la tecnica di stampa in 3D e secondo la filosofia open source, si basa su di una tecnologia a basso prezzo, lunga durata e rapidamente realizzazione in ogni parte del mondo.

Nella fase di sviluppo del progetto, realizzato in collaborazione con l’azienda piemontese Zenti, OpenBreath si è affidata a RS Components Italia per la fornitura della componentistica meccanica ed elettronica necessaria alla prototipazione del dispositivo medico.

«Nella fase di prototipazione per noi è stato naturale rivolgerci a RS: il catalogo vastissimo di cui dispone e la velocità nella consegna rappresentano infatti dei fattori chiave in una fase importante come quella della prototipazione», ha dichiarato Gabriel D’Anselmo, direttore tecnico e cofondatore di OpenBreath.

«Siamo orgogliosi di poter supportare un team di giovani professionisti che ha deciso di mettere a fattore comune le proprie competenze ed esperienze per la realizzazione di un progetto che potrà servire agli ospedali di tutto il mondo. In questa prova così dura per la collettività, crediamo che sia fondamentale intensificare il sostegno al settore della ricerca scientifica e fare tutto quello che è in nostro potere per far ripartire il Paese», ha commentato Marco Beltramo, Head of Field Sales di RS Components Italia, che poi ha aggiunto: «Come distributore globale multicanale di soluzioni e servizi per il comparto industriale, abbiamo da subito avvertito una grande responsabilità, ovvero quella di continuare a rifornire le aziende strategiche del Paese, assicurando loro continuità di servizio anche nelle settimane più critiche di questa emergenza. Il tutto senza compromettere la sicurezza delle nostre persone. Non è stato semplice ma ci siamo riusciti grazie a un’infrastruttura globale robusta, resiliente e digitale».

Il dispositivo progettato dai ricercatori di OpenBreath non ha soltanto un obiettivo di breve termine ma è anche uno strumento di monitoraggio e analisi predittiva sul decorso clinico della popolazione utile per la fase post-CoViD-19.  Tutto il materiale del progetto OpenBreath è già liberamente scaricabile dalla piattaforma gestita dal CERN “open hardware repository” a questo link, ed è sotto licenza rilasciata da loro. Maggiori informazioni sul progetto OpenBreath sono disponibili sul sito ufficiale.