Enrico Pisino nominato a.d. del Competence Industry Manufacturing 4.0

Enrico Pisino a.d. del Competence Industry Manufacturing 4.0

Enrico Pisino a capo del Centro di competenza piemontese sulla Manifattura Avanzata.

Con la selezione dell’amministratore delegato (nella foto in alto a sinistra), prende il via sul piano operativo l’attività del CIM 4.0 (Competence Industry Manufacturing 4.0), il centro di competenza piemontese finanziato con 10.5 milioni di euro dal Ministero dello Sviluppo Economico sul Piano nazionale Impresa 4.0, cui si aggiungeranno altri finanziamenti da parte delle imprese partecipanti. Il CIM 4.0, che si era classificato al primo posto nella graduatoria del MISE, è centrato sull’Advanced Manufacturing nei settori automotive e aerospazio ed è costituito dal Politecnico di Torino e dall’Università di Torino, unitamente a 24 aziende private: 4D Engineering S.r.l., Agilent Technologies S.p.A., aizoOn Consulting S.r.l., Altran Italia S.p.A., Cemas Elettra S.r.l., Consoft Sistemi S.p.A., Eni S.p.A., FCA Italy S.p.A., Fev Italia S.r.l., GE Avio S.r.l., GM Global Propulsion Systems-Torino S.r.l., Illogic S.r.l., Iren S.p.A., ItaldesignGiugiaro S.p.A., Leonardo S.p.A., Merlo S.p.A., Prima Industria S.p.A., Reply S.p.A., Siemens S.p.A., SKF Industrie S.p.A, SPA Michelin Italiana, STMicroelectronics, Thales Alenia Space Italia S.p.A. e TIM S.p.A.

Nel corso dell’ultima assemblea, svoltasi presso l’Unione Industriale di Torino, è stato individuato l’amministratore delegato del CIM 4.0 nella persona di Enrico Pisino, che ha sviluppato importanti esperienze tecniche e manageriali nei ruoli di Direttore della Ricerca & Innovazione di Fiat Chrysler Automobiles per la Regione EMEA e di Presidente del Cluster Tecnologico Nazionale “Trasporti Italia 2020”. Il Centro di Competenza metterà a disposizione delle aziende “linee pilota” innovative per diverse tecnologie manifatturiere e costituirà un punto di riferimento in tutti gli ambiti ad esse collegati (come Big Data, Internet of Things, robotica, fotonica, cybersecurity, nuovi materiali, efficientamento energetico dei processi), inclusa l’organizzazione del lavoro e della produzione.

«Siamo finalmente pronti per dare l’avvio ai lavori – ha dichiarato Paolo Fino (nella foto in alto a destra, il primo a sinistra) del Politecnico di Torino, presidente di CIM 4.0 – e la figura individuata come Amministratore Delegato saprà dare certamente la spinta necessaria per affrontare le sfide che dovremo sostenere. Le competenze specifiche di Enrico Pisino saranno utilissime per curare la interazione tra gli Atenei e le aziende». Marcello Baricco dell’Università degli Studi di Torino, vicepresidente di CIM 4.0 (nella foto in alto a destra, il primo a destra), ha aggiunto: «La compagine ha ora un amministratore delegato e possiamo pertanto iniziare a definire le strategie e le attività del Centro CIM 4.0, basato sull’esperienza delle grandi aziende, ma rivolto in particolar modo alle PMI». Dario Gallina, presidente dell’Unione Industriale, membro indipendente del CdA di CIM 4.0 (nella foto in alto a destra, al centro), ha concluso: «Il Competence Center grazie ad una squadra di altissimo livello e al nuovo amministratore delegato di grande esperienza, saprà certamente valorizzare il ruolo guida delle imprese nelle attività di innovazione e sviluppo della manifattura avanzata».

Nelle prossime settimane, le aziende coinvolte nel CIM 4.0 si organizzeranno per filiere produttive e definiranno ulteriori 6 componenti del CdA, che risulterà così pienamente operativo.