Lapp, l’evoluzione del networking di fabbrica 4.0

L’evoluzione del networking nella fabbrica 4.0

La più rapida adozione di princìpii 4.0 sta portando a una rivoluzione nell’industria, soprattutto in termini di trasmissione dati: se fino a oggi i sistemi fieldbus sono stati i principali protagonisti sulla scena, le cose stanno cambiando velocemente.

I fieldbus sono largamente utilizzati negli stabilimenti in quanto presenti da più tempo sul mercato rispetto ad altre soluzioni, sono considerati maggiormente robusti e in grado di fornire una risposta in real-time. Tuttavia, trasmettono solo piccoli pacchetti di informazioni e non sono compatibili tra loro. La crescita della comunicazione dati con l’Industria 4.0 porta le aziende a preferire soluzioni con connessioni Ethernet. Lo scenario di mercato dà ragione di credere che il futuro delle fabbriche intelligenti sia proprio in questa tecnologia, che registra un +22,6%, mentre i fieldbus si attestano solo al +6%. A ulteriore conferma, nel 2018 il numero di sistemi di trasmissione Ethernet ha superato quello dei bus tradizionali.

Lapp, ai vertici nello sviluppo e produzione di soluzioni integrate nella tecnologia di cablaggio e collegamento, ha identificato due trend che segneranno il futuro del mercato dell’Industrial Ethernet. Il primo è quello dei cavi ibridi, che combinano differenti funzioni all’interno di un’unica guaina, sono generalmente utilizzati per servo azionamenti e dispongono anche di una coppia di segnale Ethernet per la retroazione dei segnali dei sensori di monitoraggio.

Il secondo trend è la riduzione della dimensione dei cavi. Se i cavi standard precedenti necessitavano di 2 o 4 coppie di conduttori, i cavi Ethernet a coppia singola sono in grado di trasmettere fino ad 1 Gbps per coppia di cavo, banda sufficiente per la maggior parte di sensori a livello di campo in un ambiente industriale. I benefici per l’utilizzatore sono importanti sia in termini di semplificazione dell’installazione, volume occupato, che costo contenuto.

Secondo gli studi della Roland Berger management consultancy, la richiesta di sensori aumenterà del 17% da qui al 2020 e il prezzo scenderà dell’8% all’anno. Questo genererà una maggiore richiesta di soluzioni di connessione con un buon rapporto prezzo-prestazioni.