La fabbrica intelligente dà spazio all’innovazione

La nuova fabbrica intelligente dà spazio all’innovazione

La fabbrica del futuro è adesso realtà: wenglor ha inaugurato a inizio giugno nella città rumena di Sibiu una smart factory dove svilupperà e produrrà sensori intelligenti, sistemi di image processing e prodotti per la sicurezza. La struttura si articola su uno spazio di 5 mila metri quadri e, oltre a disporre di un modernissimo impianto di produzione completamente interconnesso, ospita un centro di progettazione e sviluppo all’avanguardia.

La nuova fabbrica del futuro si presenta così: bracci robotici che si spostano velocemente lungo le linee di produzione, laboratori di prova dove la luce si riflette su luccicanti pavimenti industriali, macchine interconnesse dotate di monitor, AGV che gestiscono le operazioni di intralogistica. In quanto a intelligenza e flessibilità, al nuovo centro di produzione wenglor non manca proprio nulla. Anche la moderna architettura che lo ospita riassume in sé i concetti su cui il centro è stato sviluppato: massima efficienza da un lato, sguardo puntato al futuro dall’altro.

Per la città di Sibiu la presenza di wenglor non rappresenta comunque una novità. L’azienda è infatti dal 2001 che è ivi presente con un complesso produttivo, che negli anni è andato via via estendendosi fino a raggiungere l’attuale superficie di 5 mila mq, circa il doppio della sua dimensione originale. Il nuovo edificio divenuto da poco operativo ospiterà a regime circa 300 tra ingegneri, sviluppatori e tecnici della produzione, personale altamente qualificato che, anche grazie al supporto di strumenti di lavoro all’avanguardia e alle modernissime strutture produttive, garantiranno prodotti dalle performance eccezionali e di grande qualità.

«L’entrata in funzione del nuovo impianto ci rende molto orgogliosi, perché ci proietta concretamente nella quarta era industriale, di cui ora siamo parte attiva non solo con le nostre soluzioni sensoristiche intelligenti, ma anche con un sito produttivo che è stato progettato e costruito proprio per soddisfare i suoi paradigmi», ha dichiarato Herbet Oprea, direttore generale della filiale rumena. «Per come è stata concepita, questa nuova struttura ci rende ancor più pronti ad accogliere le prossime sfide del futuro: qui abbiamo tutto ciò che serve per trasformare la nostra vision, le nostre idee in vere e proprie innovazioni di prodotto».