Bosch Rexroth, incremento netto del fatturato

Fatturato in crescita per Bosch Rexroth

La riorganizzazione strategica e la trasformazione strutturale portano nuovo slancio.

Grazie alla nuova strategia e alla nuova struttura, nel 2017 Bosch Rexroth ha consolidato la propria posizione rispetto alla concorrenza, guadagnando quote di mercato e approfittando del favorevole contesto di mercato. I massimi tassi di crescita si sono registrati nei settori delle macchine operatrici mobili (Mobile Applications) e dell’automazione di fabbrica (Factory Automation), mentre nel tradizionale settore strategico dell’oleodinamica l’aumento è stato piuttosto moderato.

A livello globale, Bosch Rexroth ha registrato la crescita maggiore nell’area Asia-Pacifico, incrementando il fatturato del 20,7% rispetto all’anno precedente, ma anche nelle Americhe e in Europa gli sviluppi sono stati positivi, con una crescita del fatturato rispettivamente del 10% e dell’8,5%. In Vietnam, Bosch Rexroth si è assicurata una grande commessa per la realizzazione di opere di sbarramento antinondazione a Ho Chi Minh City. Anche grazie alle acquisizioni di Maestranza Diesel in Perù e di Hytec Holdings in Sudafrica, nel marzo 2018, l’azienda ha ulteriormente consolidato la propria presenza internazionale. A fine anno, a livello globale, il numero di collaboratori era di oltre 30.500, circa il 3,5% in più rispetto all’anno precedente.

Nell’ambito della propria strategia di crescita, Bosch Rexroth punta innanzitutto su differenziazione tecnologica, sinergie – nel mercato e all’interno del Gruppo – e attenzione ai trend del futuro; fra questi ultimi, in particolare, soluzioni su base software, automatizzate e integrate. In tale modo, oltre alla tradizionale forza nell’oleodinamica, soprattutto nelle applicazioni mobili, Bosch Rexroth si posiziona come fornitore di soluzioni Industria 4.0 per la fabbrica del futuro.