Image processing, le soluzioni di Image S

image S image processing

Nell’era dell’Industria 4.0 i sistemi di visione, integrati con le nuove tecnologie digitali, rivestono un ruolo fondamentale perché permettono di identificare errori e difetti del prodotto, riducendo gli scarti e i costi che ne derivano. Questo consente di ottimizzare e accelerare i processi produttivi. Per rispondere alle esigenze della nuova “fabbrica digitale” Image S, azienda di Mariano Comense che da oltre vent’anni si propone sul mercato italiano come principale distributore di componenti per la realizzazione di sistemi image processing, propone prodotti all’avanguardia con un alto rapporto prestazioni/prezzo. La stessa attenzione che Image S pone nella ricerca di soluzioni sempre più performanti è dedicata anche alla selezione dei collaboratori: questo permette di potere contare su un team di personale esperto con elevata competenza tecnica e commerciale. Rappresentante italiana delle maggiori case produttrici al mondo di componenti per la realizzazione di sistemi di visione, Image S fornisce hardware per l’acquisizione delle immagini (telecamere, frame grabber o frame processor), librerie software per l’elaborazione delle immagini, illuminatori speciali e standard (laser e led), ottiche e filtri, cavi standard e dedicati, custodie e accessori. Image S offre inoltre un qualificato servizio di assistenza tecnica pre e post vendita, oltre a corsi di formazione all’uso dei prodotti e alla fornitura di prodotti per effettuare test.

PC industriali per sistemi di visione

In linea con l’obiettivo di offrire prodotti sempre più performanti di ultima generazione, a partire da maggio 2017 Image S è diventata rivenditore esclusivo sul mercato italiano della serie di prodotti AIIS di Advantech per applicazioni di visione industriale nell’ambito dell’automazione. Dotati di processori SoC (System-on-Chip) Intel® Core™ i/Celeron ® di sesta generazione con ampia espandibilità degli I/O, i sistemi della serie AIIS di Advantech migliorano le attività produttive offrendo prestazioni per applicazioni di machine vision molto spinte, capacità di calcolo allo stato dell’arte e flessibilità nell’espansione della soluzione. La serie AIIS supporta inoltre interfacce per telecamere PoE/USB 3.0 con controller dedicato per aumentare la larghezza di banda per l’acquisizione delle immagini ed evitare perdite di frame. Disponibili con due diverse architetture (“ruggedized” per i modelli AIIS- 5410P e AIIS-1200P/U e “high performance” per i modelli AIIS-3400P/U e AIIS-3410P/U), i computer per sistemi di visione AIIS sono idonei per le più svariate esigenze di automazione, dall’ispezione ottica automatizzata (AOI) alla guida robot, fino ad applicazioni di verifica dell’allineamento. Sono tutti dotati di interfaccia PoE e il numero di porte varia a seconda della configurazione.
Inoltre la serie di prodotti per visione di Advantech propone anche schede PoE intelligenti dotate di una FPGA che sgrava la CPU dal compito di ricostruzione dell’immagine, liberandola così per aumentare le capacità di calcolo. I sistemi di visione di Advantech vengono sottoposti a test di compatibilità con le telecamere delle aziende partner di Image S (AVT, Teledyne Dalsa, IDS, JAI) per garantire le migliori condizioni di integrazione e implementazione.

Telecamere matriciali Fast GigE

Tra le ultime novità della gamma di soluzioni proposta da Image S ci sono le telecamere con interfaccia GigE Vision® Genie Nano di Teledyne Dalsa, di facile utilizzo e con un alto rapporto prestazioni/ prezzo. Queste telecamere uniscono i sensori CMOS più avanzati del settore, fra cui Pregius di Sony e Python di On Semiconductor, a una telecamera ottimizzata per velocità (frame rate), elevate integrate con funzionalità estese di controllo in una custodia compatta e robusta, oltre a garantire una temperatura di lavoro molto estesa (che assicura un MTBF elevatissimo). Le Genie Nano sono idonee per un’ampia gamma di applicazioni di ispezione quali sistemi intelligenti di gestione del traffico, intrattenimento, apparecchiature medicali, ispezione di alimenti e bevande, controlli su schede elettroniche e circuiti stampati. Disponibili in numerosi modelli con differenti risoluzioni (a partire da 640×480 fino a 5120×5120), tutti proposti in versione monocromatica, IR e a colori, queste telecamere contribuiscono ad aumentare le prestazioni e l’affidabilità dei sistemi di visione grazie al loro esclusivo pacchetto di funzionalità. Grazie alla tecnologia brevettata TurboDrive ™ di Teledyne DALSA, le Genie Nano sono in grado di raggiungere velocità di trasferimento dei dati che possono arrivare fino al 40% in più rispetto ai valori GigE Vision standard. Questa serie di telecamere sfrutta inoltre i vantaggi del kit di sviluppo software (SDK) Sapera™ LT e della collaudata tecnologia Trigger-to-Image-Reliability™ per offrire controllo e diagnostica a livello di sistema, dall’acquisizione dell’immagine fino al trasferimento in memoria. Leggere (46 grammi di peso) e compatte (44x29x21mm), le telecamere Genie Nano sono ideali per applicazioni in spazi ridotti e sono dotate di una custodia resistente a un’ampia gamma di temperature (da -20 a +60°C) per un utilizzo anche in ambienti ostili. Dispongono inoltre di due ingressi e due uscite optoisolati che ne facilitano l’integrazione e l’implementazione. Le ultime nate, le Genie Nano XL, sono dotate di sensori fino a 25 Mpix.

Sensore intelligente per acquisizione di immagini 3D

Gocator 3109 è l’ultima versione del sensore intelligente per l’acquisizione di immagini tridimensionali sviluppato da LMI Technologies. La serie Gocator 3100 effettua misure senza contatto ad alta risoluzione con velocità fino a 5 Hz. I sensori sono ideali per misurare le dimensioni di diversi elementi e caratteristiche quali fori, asole, perni, distanze e allineamenti. Grazie alla struttura leggera (1,5 kg) e ultracompatta (49x100x155 mm), i Gocator 3109 sono destinati ai costruttori di linee di assemblaggio che devono effettuare ispezioni tridimensionali in linea su oggetti statici, montando il sensore su un robot o un supporto fisso. La compattezza e la leggerezza agevolano il montaggio su bracci robotici, l’installazione di uno o più sensori in spazi ristretti (per esempio per misurazioni sui cilindri dei motori) e l’integrazione in macchinari oppure in altre apparecchiature di fabbrica. L’ampio campo di visione (FOV) del modello 3109, che copre un’area compresa fra 86×67 mm e 88×93 mm, unito alle capacità di scansione avanzate, consente di leggere e misurare diversi elementi con un’unica acquisizione tridimensionale. È così possibile acquisire più oggetti in un tempo ridotto, garantendo una velocità maggiore della linea di produzione. Gocator 3109 comunica direttamente con PLC e robot, riducendo il numero di componenti hardware e semplificando la configurazione, con notevoli benefici in fase di installazione e manutenzione.

Tecnologia 3D Light Field

Tra le soluzioni di visione di ultima generazione proposte da Image S rientrano anche le innovative telecamere 3D Light Field di Raytrix. La tecnologia 3D Light Field permette di acquisire immagini in 2D abbinate a dati relativi alla profondità della scena utilizzando un’unica telecamera, un obiettivo standard e un processo di acquisizione senza particolari illuminazioni. Le telecamere Raytrix risultano quindi ideali soprattutto per l’acquisizione di piccoli componenti in situazioni nelle quali non è possibile utilizzare un sistema di telecamere stereo o un sistema basato sulla triangolazione laser, perché coprirebbero un’area troppo ampia o perché hanno un ingombro eccessivo. Un esempio tipico sono spine, connettori o circuiti stampati posizionati all’interno di un contenitore di plastica profondo. Poiché l’immagine viene rilevata con un’unica acquisizione, non è necessario che i componenti siano fermi: si può scattare una vera e propria “istantanea” assicurando velocità elevate.

 

Redazione

A proposito di Redazione

La redazione di The Next Factory