Le novità Renishaw alla fiera SPS IPC Drives 2017

Renishaw

Molte le proposte e i prodotti di Renishaw alla prossima edizione della fiera SPS IPC Drives del 23-25 maggio 2017, alle Fiere di Parma (pad. 5 stand H018).

Fra queste spicca VIONiC, la serie di encoder ottici incrementali in grado di soddisfare un’ampia varietà di esigenze di controllo del movimento, che presenta un rendimento elevato e offre il vantaggio di eliminare la necessità di adattatori aggiuntivi o interfacce separate (completamente all-in-one). Adatto per l’uso in una vasta gamma di applicazioni, comprese quelle che richiedono un movimento molto dinamico, offre un controllo e una precisione superiori con velocità più elevate. Disponibile in due varianti, i lettori VIONiC e VIONiCplus offrono una vasta gamma di configurazioni per ottimizzare la velocità e prestazioni del sistema di controllo del movimento. Entrambe le varianti sono semplici e veloci da installare con ampie tolleranze di set-up e calibrazione automatica. La versione standard di VIONiC è indicata per applicazioni di livello medio-alto con risoluzioni digitali da 5 a 20 µm. VIONiCplus, per le applicazioni più impegnative, raggiunge invece una risoluzione di 0,1 µm.

Sarà presente LA11, encoder lineare magnetico assoluto progettato per applicazioni di controllo di velocità e posizione di elementi in movimento. Il sistema è altamente ripetibile grazie alla misurazione assoluta senza contatto, agli algoritmi di sicurezza e all’alta qualità dei materiali utilizzati, come l’acciaio inossidabile con uno strato di elasto-ferrite per la riga magnetica (entrambi immuni agli agenti chimici comunemente presenti nelle industrie). Il lettore include sensori Hall per la lettura della riga PRBS, un sensore AMR per la lettura della riga incrementale, elettronica di interpolazione e circuiti personalizzati. I dati sono elaborati nell’MCU (Management Control Unit) interno, grazie a speciali algoritmi che determinano la posizione assoluta.

Altra novità recente è Orbis, encoder rotativo assoluto con foro centrale adatto ad essere montato all’estremità di alberi rotanti, situazione nella quale i classici encoder ad albero assiale non riescono a essere montati a causa dei vincoli di spazio. L’encoder comprende un anello magnetizzato permanentemente e un circuito stampato. La disposizione geometrica di 8 sensori RLS sul PCB consentono la generazione di segnali seno/coseno per ogni rotazione meccanica del magnete. Orbis dispone di un algoritmo aggiuntivo di auto-calibrazione che migliora la precisione del sistema di misura dopo l’installazione e, grazie al suo principio di misurazione e all’ utilizzo di schede diverse e magneti di diverse dimensioni, permette un alto grado di personalizzazione così da soddisfare numerose applicazioni.

Sarà presente anche Atom, un innovativo encoder ottico, incrementale e senza contatto, lineare e angolare, che combina dimensioni ridottissime con massima affidabilità, stabilità e immunità alla contaminazione. Le prestazioni del dispositivo sono il frutto di un design che non lascia spazio a compromessi, come invece spesso avviene con gli encoder miniaturizzati.
Le dimensioni arrivano a 6,7 x 12,7 x 20,5 mm ed è il primo encoder in miniatura a utilizzare ottiche filtranti con controllo automatico del guadagno (AGC) e dell’offset (AOC).

Ulteriore elemento di rilievo sarà Resolute, encoder assoluto lineare e rotativo (angolare) con interfaccia Siemens Drive-CLiQ che consente di elevare il livello prestazionale, garantisce maggiore affidabilità e fornisce straordinarie performance di controllo del movimento.
L’encoder ottico assoluto Resolute può essere utilizzato insieme all’interfaccia DRIVE-CLiQ per consentire ai costruttori di produrre macchine utensili più affidabili e performanti. Il dispositivo è in grado di determinare la posizione al momento stesso dell’accensione con grande vantaggio, ad esempio, per mandrini di torni ad alte prestazioni e motori rotativi a presa diretta che richiedano alta precisione e massima integrità nel controllo del movimento.